Lunedì, 07 Ottobre 2019 19:36

III corso N.O.S.S. - IRCoT per il Comune di Terracina (LT) In evidenza

Logo III Corso NOSS Logo III Corso NOSS

Corso realizzato per il Comune di Terracina (LT)

Logo realizzato dai Cadetti del III Corso N.O.S.S. I.R.Co.T.
“Dio stesso aiuta gli audaci”.
Questo è il motto latino che hanno sceltoi Cadetti del NOSS per il terzo corso nazionale.

“Terzo corso Ugo Carusi”.
Alcune parole e soprattutto perché, al di là del basco amaranto,si è proposto di intitolare ad Ugo Carusi il corso, scritte dal Cadetto Giuseppe Pandozzi.
<< Gli Uomini, quando vengono messi alla prova, quando sono con le spalle al muro, quando le vie d'uscita si azzerano, scoprono valori che si pensavano perduti, il coraggio e la solidarietà di gruppo.
Ugo insieme ad i suoi commiles non tradì, e resistette, anche se, in realtà si stava resistendo su un pugno di sabbia, resistettero quei poco più che ragazzi, e lo fecero al punto che la morte stessa si infranse sul loro quadrato, lo fece per alcuni, e facendolo consegnò alla storia quell'esempio.
Ugo era un reduce di El Alamein, un Leone della Folgore.

Noi tutti abbiamo solo preso ad esempio quelle gesta, e ci siamo ribellati agli eventi, a quelli della natura e abbiamo scoperto che la nostra comunità ha, davanti alla catastrofe le risorse per guardare avanti e ricominciare [Uragano scagliatosi contro Terracina nell’autunno del 2018 che devastò la cittadina causandone la morte di due persone, nda]. Il "quadrato fortissimo" non si infrange quando chi lo compone è solidale con il suo compagno.
Davanti a queste premesse è dio stesso che aiuta.
La raffigurazione la si trova in forma umana che tende la mano ad un soccorritore proprio al centro di un vortice d’uragano.

Ugo ritornò da Uomo, se lo aveste conosciuto, sarebbe stato scoperto un Signore, che ha vissuto la propria vita cittadina nel silenzio dell'anonimato, e così, la città tutta lo ha dimenticato. Coloro che hanno avuto l’onore di avergli stringere la mano e parlargli, coloro che hanno saputo quanto eroicismo italiano era rappresentato in quell’Uomo, non sono riusciti ad evere nemmeno una piazza all'interno di un parco intitolata ad Ugo.  Allora intitolare un corso di tale importanza alla sua memoria è il minimo che si fosse potuto proporre.
Ugo non parlò mai di onore delle armi, disse che quello, se c'era stato, era passato da un'altra parte, gli inglesi non furono teneri, consentirono solo che gli ufficiali tenessero il grado sulle divise, il resto, fu rimosso. Quando privi un soldato del fregio di appartenenza non gli stai tributando l'onore delle armi, intendi cancellarne la memoria. Proprio per questo tutti noi non dobbiamo dimenticare e non abbiamo dimenticato.>>

La presidenza IRCoT è orgogliosa di avallare il logo del corso dedicato ad un eroe italiano della II guerra, come è orgogliosa di avere una classe di Cadetti all’altezza di tale onore.

Securitatem Sine Limes
Il Presidente
Ivan Del Mastro

Letto 384 volte

Notizie

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13

Articoli

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Questo sito utilizza cookies tecnici, cookie analytics e cookie di terze parti (altri siti e piattaforme web) per la personalizzazione della home page, il monitoraggio delle visite al sito, la condivisione dei contenuti sui social network, la compilazione automatica di moduli e/o la visualizzazione di contenuti multimediali. Per maggiori informazioni consulta la Privacy Policy. Per avere maggiorni informazioni sui cookies visita il seguente link: privacy policy.

  La navigazione su questo sito indica di aver accettato i cookie.